Benvenuti nel sito del progetto "Uscire dalla Guerra"
In questa pagina potete accedere al Blog di progetto che Vi consentirà di prendere visione delle risorse e informazioni pubblicate e condivise dal team di progetto.

 

 

 

 Investiamo per il Vostro Futuro

Gli allievi sono stati impegnati nella realizzazione di un progetto operativo, con l'assistenza di un tutor e di esperti/consulenti che li hanno aiutati a realizzare una “evidenza formativa”, cioè un prodotto finale che dimostri gli apprendimenti realizzati nel corso del lavoro. Il progetto si è svolto con il partenariato di un organismo di formazione continua, una scuola e una più aziende, associazioni o enti di cultura. Il ruolo di questi ultimi è consitito nel rendere realistico il progetto collegandolo ai propri obiettivi organizzativi in modo da poterne utilizzarne concretamente i risultati nella propria attività abituale.

 Manifesti_48

Manifesti utilizzati nelle elezioni politiche del 1948

  • Il progetto ha sviluppato in un percorso di ricerca tematica su un momento particolare della storia a recente di Venezia: il periodo immediatamente successivo alla fine della seconda guerra mondiale, quando in città si diffuse un clima di rinnovamento, speranza e mobilitazione di nuove energie in un clima di entusiasmo popolare che contagiò l'intera città dopo gli anni disastrosi del conflitto.
  • Gli allievi hanno messo a fuoco le caratteristiche di un periodo di passaggio evidenziando le azioni, i luoghi, gli avvenimenti, le persone che maggiormente hanno assunto il doppio significato di “chiusura” del passato e “apertura” al nuovo.
  • Esistono oggi molti testimoni diretti di quei giorni, che ne hanno tramesso il ricordo attraverso racconti a figli e nipoti e conservano foto e documenti dell'epoca. Il lavoro svolto dagli allievi consisterà allora nell'esplorazione di quel periodo attraverso i documenti storici, ma anche attraverso il contatto diretto conloto e le realizzazione di filmati e interviste. In questo modo gli allievi hanno sèerimentato la differenza esistente tra lo “studiare” la storia e il “fare” lo storico.
  • Da un altro punto di vista la diffusione dei risultati del loro lavoro attraverso le scuole e i partner del progetto e le altre organizzazioni interessate ha creato un momento di “riappropriazione” della propria storia da parte della cittadinanza condotti in modo partecipativo e coinvolgente.
  • Il tema e gli scopi del progetto si sono innestati con gli scopi istituzionali dei partners in modo che il tipo di attività realizzata e le relazioni di collaborazione tra i partners potrebbero diventare un modello di attività ampliabile e replicabile anche dopo la fine del progetto.
  • Nel corso del progetto gli allievi hanno organizzato una uscita pubblica (una  visita guidata e conferenza finale) con il supporto dei partners, per presentare il loro lavoro a alla cittadinanza, in modo da sviluppare competenze di tipo organizzativo e relative alla comunicazione in pubblico.
  • Il lavoro degli studenti è stato assistito da un consulente esperto di metodologie formative e e organizzazione del lavoro “per progetti”, si è avvalso del contributo di consulenti/esperti indicati dei partners per seguire gli allievi nelle fasi del lavoro che richiedo lo sviluppo di conoscenze o competenze particolari.
  • Il liceo Marco Polo ha curato la selezione degli allievi, il monitoraggio e le valutazione del lavoro in termini di crediti formativi scolastici e di certificazione delle competenze secondo i criteri ECVET (European Credit system for Vocational Education and Training).
  • Il lavoro degli allievi è stato completato dalla realizzazione di quato sito e di un cd-rom con gli stessi materiali prodotti in modo che siano utilizzabili con facilità nei siti web dei partners del progetto.
  

Tutto il lavoro si è svolto tra febbraio e giugno 2010.

Adriano De Vita